martedì 13 maggio 2014

Eurovision 2014: scandalo e manipolazione anti-russa

13 maggio 2014

Le lobby anti-russe hanno truccato il voto popolare di Eurovision 2014. Il vero vincitore è il gruppo folk polacco del compositore russo-polacco Witold Czamara, che è anche un panslavista. Ebbene sì, i popoli d’Europa hanno ancora un sano buon senso. Non le elite marce al potere per grazia dell’imperialismo yankee.
 



“Polemiche sulle votazioni, dopo che è stato rivelato che il pubblico britannico aveva votato come vincitori “Donatan & Cleo” – mentre la giuria le ha posizionate ultime (…) Eurovision 2014, un contesto sempre più litigioso e politicizzato che ha visto le giovani cantanti russe, “Le sorelle Tolmachevy”, venir fischiate da una parte del pubblico”, ha detto ‘The Independent’.


 
L’articolo del “The Independent”
Ci sono state manipolazioni del voto del concorso Eurovision 2014, per trasformarla in un’operazione anti-russa e anti- Putin?
Sì, ha detto il quotidiano britannico “The Independent” l’11 maggio, rivelando che il gruppo folk polacco Donatan & Cleo sarebbe stato il vero vincitore del voto popolare. Ma una lobby politica anti- russa, in accordo con una lobby gay di sinistra, ha manipolato il voto per fare vincere il travestito austriaco anti-russo “Conchita Wurst”!
E il vero vincitore di Eurovision 2014 sarebbe stato il gruppo folk polacco. Esempi di voti britannici, ma anche irlandesi, norvegesi e ucraini, come ha rivelato “The Independent”, lo dimostrano. Anche “l’Olanda e l’Islanda ponevano i polacchi al secondo posto, mentre l’Austria, la Macedonia, la Francia, la Germania e la Svezia” in terza posizione. Questo gruppo polacco che NNK ha supportato (*) …


COSA HA DETTO IL GIORNALISTA JONATHAN BROWN (THE INDEPENDENT) SU QUESTO SCANDALO?
“E’ stata salutata come la vittoria della tolleranza e come una controrisposta agli striscianti attegggiamenti omofobici. Ma, a quanto pare, il grande pubblico britannico era poco innamorato dell’austriaca “donna barbuta”, Conchita Wurst, mentre lo era delle scollature ampiamente mostrate dal gruppo di rustiche sulle zangole, che ha condotto la Polonia al 14 ° posto.
Per la prima volta ieri, gli organizzatori di Eurovision hanno rivelato sia i voti del pubblico che quelli della giuria per ogni pezzo musicale. Così, mentre la giuria britannica dava il massimo dei voti, 12 punti, per la disarmante e pelosa travestita Conchita, ha relegato nel contempo il duo polacco Donatan & Cleoall’ultimo posto.
Le sorelle Tolmachevy ad Eurovision 2014
Eppure, il risultato del televoto nel Regno Unito aveva visto i polacchi nominati come vincitori in fuga. Anche l’Irlanda aveva seguito l’esempio, con il pubblico che in modo simile aveva assegnato il primo posto a “Noi siamo slavi” rispetto all’ultima posizione assegnata dalla giuria.
Il pubblico norvegese e ucraino eramo rimasti anche loro colpiti dal pezzo polacco, votandola come la loro canzone preferita, però anche qui nuovamente contraddetti dai risultati delle loro giurie nazionali che la ponevano, rispettivamente, al 19° e al 25° posto.
Il televoto nei Paesi Bassi e in Islanda aveva classificato i polacchi al secondo posto, mentre in Austria, Macedonia, Francia, Germania e Svezia, al terzo”.


UNA POLITICA ANTI-RUSSA AL COMANDO: “UNA DISCONNESIONE CULTURALE TRA IL VINCITORE POPOLARE E IL FAVORITO DELLE GIURIE”
“The Independent” ha anche detto: “Un portavoce di Eurovision ha negato che questa sia la prova di una disconnessione culturale tra il vincitore popolare e il favorito dai giudici ufficiali, in quello che è diventato un concorso sempre più litigioso e politicizzato che ha visto le giovani concorrenti russe fischiate da diverse parti del pubblico”. “Queste sono le regole del gioco. Naturalmente, a volte, ci sono discrepanze tra la giuria e il televoto, ma questo è ciò che rende l’intero processo ancora più emozionante”, ha detto a “The Independent”.

 
LA CANZONE “MY SLOWIANIE” O “NOI SIAMO SLAVI”: IL VERO VINCITORE
Donatan & Cleo ad Eurovision 2014
“Anche prima che la canzone fosse cantata nella finale di Copenaghen, il video YouTube di My Słowianie o Noi siamo slavi era stato visto per più di 40 milioni di volte su internet – avendo contribuito senza dubbio a questo successo l’essere descritta come “quasi pornografica” da parte dei critici dopo la sua uscita lo scorso anno. La clip presenta anche giovani donne formose in abiti succinti che partecipano ad attività salutari come la cottura, il lavaggio e l’ormai famigerata zangolatura del burro”.


TROPPO SLAVA E TROPPO RUSSA PER LE LOBBY OCCIDENTALI, IL COMPOSITORE DI “MY SLOWIANIE” E’ UN PANSLAVISTA RUSSO-POLACCO
“Donatan è uno dei più famosi produttori hip hop della Polonia con più di 50 album a suo nome. Il vero nome è Witold Czamara, egli è per metà russo, ed ha suscitato polemiche in passato esaltando le virtù del panslavismo e delle conquiste dell’Armata Rossa (…)
La cantante Cleo (del duo polacco Donatan & Cleo) è stata descritta come “una giovane slava, bionda, con il fascino polacco e una voce nera”.
Donatan (Witold Czamara)
La giuria britannica ha attaccato il gruppo polacco e ha cercato di liquidarlo:
“Il conduttore della BBC Graham Norton ha deriso la canzone polacca definendola come un inno femminista” (sic). All’inzio della canzone ha avvertito i telespettatori: “Se vostro nonno si è addormentato, potreste desiderare di svegliarlo. Ho la sensazione che invece potrebbe beneficiare di questo sonno”. Al termine della canzone ha aggiunto: “Non ho mai visto una zangolatura del burro ottenere una reazione del genere prima d’ora” (resic).
“La vittoria di Conchita Wurst è arrivata dopo delle petizioni on-line in Bielorussia, Armenia e Russia – i cui governi hanno approvato l’anno scorso una legge che vieta la ‘propaganda gay’ tra i bambini – che chiedevano di escludere Wurst dalla diffusione nel loro paese. La tolleranza è stato il tema principale dei padroni di casa danesi, con le bandiere del gay pride che sono sventolate nella capitale per gran parte della settimana”.
Ma la lobby gay è solo un pretesto. La realtà che sta alla radice è la russofobia e la propaganda anti-Putin. I politici occidentali dimostrano di essere in grado di arrivare a tutto trascinati dalla loro russofobia. Compresa la manipolazione del voto di Eurovision e la distruzione dell’amicizia artistica paneuropea…


Luc MICHEL

 
(*) Leggi NNK/EUROVISION 2014: Con la Polonia “NOI SIAMO SLAVI”!
http://www.lucmichel.net/2014/05/10/nnk-eurovision-2014-with-poland-we-are-slavic/

Video clip del gruppo polacco con più 40 milioni di visite:
Donatan & Cleo – My Słowianie – Noi siamo slavi (Polonia)


 
https://www.facebook.com/NNK.org 
www.lucmichel.net



Traduzione a cura di Michele Franceschelli
 
Articolo originariamente pubblicato sul giornale on-line 'Stato e Potenza'

 
Link:
  • Testo della canzone My Słowianie We Are Slavic (polacco e inglese)

  • L’esibizione di Donatan & Cleo ad Eurovision 2014
  • Nessun commento:

    Posta un commento